Sette piccoli segreti

Sono stata taggata da Paola per il gioco dei sette piccoli segreti.
Non è facile, essendo io notoriamente poco espansiva nel privato.
  1. Che sia una maniaca dei gatti, già lo sapete, ma forse non sapete che colleziono anche le renne, ed il motivo è... comunque legato ai gatti Dovete sapere che quando mi venne regalata la mia amatissima Ronny, pensavamo fosse un maschietto (anche se io il vago sospetto che fosse femmina ce l'avevo già). Allorché è diventato evidente che fosse una giovine micetta, il moroso disse: "Ma Ronny è un nome maschile? Allora forse dovremmo chiamarla Renna!" "Caro, - risposi - guarda che Ronny è un nome unisex."
    Però l'idea della renna è rimasta, legata anche al fatto che è di razza norvegese delle foreste, così da allora a Natale ci sono renne a gogo in questa casa.
  2. Detesto comprare una rivista per me e non essere la prima a leggerla. Con il tempo pensavo si fosse attenuata la cosa, invece è sempre presente.
  3. Preferisco portare le ciabatte in casa, ma con il fatto che ogni tanto esco a controllare che fanno le mie gatte-pesti, sto sempre con le scarpe da tennis.
  4. Adoro i magneti da frigo. Quando mi sono trasferita in questa casa, per i primi due anni circa ho usato il frigo che era già presente nella cucina, che aveva un pannello di legno davanti e non permetteva di metterci i magneti . Ma ora, con il frigo nuovo, è una vera pacchia: magneti della Thun, di gatti, di mucche, di dolci, natalizi (accantonati sull'altro lato del rigo in questo periodo), di panini, clip-its... E il bello è che posso usare sia la facciata frontale sia una laterale, che risulta completamente esposta, eheheh
  5. Non riesco a concentrarmi con la musica accesa, mentre la televisione non mi da nessun fastidio; tuttavia preferisco lasciarla spenta se non trasmette nulla che m'interessi. Non ho mai sposato il concetto della "televisione per compagnia"... La spegnevo anche a casa della mia amica, quando vedevo che era accesa senza che nessuno la guardasse, e la mia amica, immancabilmente, commentava: "L'Enel ringrazia..."
  6. Mi piacciono i telefilm patologo-polizieschi, come li chiamo io, tipo The Closer ed NCIS, per intenderci, ma anche quelli patologo-medici, tipo Dr. House e Grey's Anatomy. Quelli, insomma, che sono un po' sadici e mostrano dettagli vagamente macabri. Sarò matta io? A giudicare dal successo che hanno avuto, direi che ce ne sono altri, di matti come me
    Sempre in tema di telefilm recenti, non ho mai guardato
    Desperate Housewife, Lost o generi simili, non hanno avuto alcuna attrattiva su di me; di E.R. ho visto appena qualche puntata all'inizio.
    Ma ora ho capito il motivo: mi piacciono i protagonisti carismatici, un po' controcorrente, ma se la scena è divisa tra diversi personaggi particolari risultano troppi e mi vengono a noia.
  7. L'ultimo (finalmente!) piccolo segreto riguarda una cosa curiosissima: adoro i colori, ma detesto colorare, soprattutto con le matite, fin da piccola. Amo il punto croce proprio perché è spesso così colorato, eppure non chiedetemi di usare le matite, i pennarelli ancora ancora. Quand'ero al liceo, tutti i miei disegni di ornato li ho fatti in bianco e nero.
    Per questo sono un po' frenata nel buttarmi nell'avventura del country painting: e se acquistassi il materiale e poi non lo sfruttassi perché non mi piace colorare? Finirebbe come il découpage, per cui ho comprato diverse cose e non le ho mai usate (anzi, prossimamente le metto in vendita sul mio sito perché è un peccato). O sarà più forte la passione per il country e supererò lo scoglio? Qualcuna mi sa consigliare?
Uff, sono arrivata alla fine, e come sempre sono riuscita a glissare evitando dettagli troppo personali
Rilancio la palla a chiunque abbia voglia di partecipare a questo giochino.


1 paw prints: