Sfortunaccia nera

Diavolo, in questi giorni non me ne va bene una.

L'altra sera, vado a ricamare Venere e vedo un segno nero... lo giro sul retro e vedo tre macchioline color della pece proprio al centro della tela! E dire che sto sempre tanto attenta.
Be', mi armo di sana pazienza e vado a pulir le macchie col sapone, confidando il giorno dopo di trovarlo asciutto e pulito. Niente.

Allora ripeto il trattamento, più energicamente. Nulla di fatto: la macchie non son più nere ma grigio scuro.

Allora, dopo un giorno di riflessione e miliardi di cose fatte e successe, stamattina provo con l'Ace gentile. Sarà pure gentile ma è pur sempre candeggina. Come l'acqua fresca.

Esasperata, e ormai rassegnata a rifarlo da capo, ci verso sopra la candeggina pura. Ha fatto reazione col sapone, una schiuma biancastra...

Non ci crederete: la tela è chiazzata bianca e giallino pallido, i fili del pezzo di ricamo già fatto sono curiosamente variegati, e la macchia è rimasta talis qualis!

Meno male che avevo preso un pezzo in più (in realtà due perché il pezzetto vale per due quadretti) e che non l'ho usato per il Liberty Hill, come mia iniziale intenzione. Ma siccome son previdente, mi son detta d'attendere ad usarlo perché non si sa mai...
Non ho ancora deciso se son previdente e se me la son tirata da sola.
Quasi quasi faccio una foto al macello. Naturalmente, taglierò il filo ricamato e riutilizzerò la tela per qualcosa di MOLTO alternativo.

1 paw prints: